01/02/09

Obama gay friendly apre a diritti matrimoniali, legge antiomofobia e adozioni

Da Il Cannocchiale
post pubblicato in GLBT-Zone, il 30 gennaio 2009
Fino a qualche mese fa il pantheon delle italiche minchiate era costellato da tutta una serie di affermazioni, fatte prevalentemente da blogger catto-piddini - quindi sostanzialmente da blogger squallidi - che volevano che Obama fosse molto vicino alla linea dell'orrido partito dell'orrido Veltroni sulle questioni dei diritti civili per le persone GLBT. Tra zibaldoni di imbecillità e goffi auspici per una sinistra liberal-democratica, ma anche un po' fascista e sfigata, si diceva sostanzialmente questo: Obama è contro i matrimoni gay e propende, come noi del piddì, per i diritti individuali. A destra, invece, si faceva notare, e da qui vedi quanto siano poveracci anche al di là di Fassino e della Bindi, che la differenza tra il pd italiano e il Democratic Party americano stava, tra le altre cose, sul fatto che Obama fosse, ma guarda un po' che fissa (e che fessi), contro i matrimoni gay.Dentro e fuori il pd, tutti a dire che Obama rasentava il loro stesso grado di omofobia.Poi vai a leggere sul sito della Casa Bianca - e ringrazio Famiglia Fantasma per la segnalazione - e scopri che il programma del neopresidente per le persone GLBT comprende le seguenti voci:1. allargamento dei crimini d'odio contro gay, lesbiche e trans2. lotta alle discriminazioni sul mondo del lavoro3. legge federale sulle coppie di fatto che estenda per tutte le convivenze gli stessi diritti delle coppie sposate (altro che DiCo dimmerda!)4. opposizione al bando costituzionale per vietare matrimoni di persone omosessuali5. lotta all'omofobia nelle forze armate6. espansione al diritto d'adozione7. politiche di prevenzione dell'AIDS, soprattutto a favore delle donnequesti punti programmatici, che potete leggere in inglese sul sito presidenziale, qua verrebbero bollati come laicismo estremista, come volontà di distruggere la famiglia e tutte le calunnie e le offese che pd, destra e cattolici, papa in primis, riversano quotidianamente su noi persone GLBT e su quei pochi partiti (PS, Radicali, IdV, sinistra radicale) che presentano nei loro programmi proposte ben più modeste di quelle obamiane.Tutti coloro che hanno tirato Obama per la giacchetta - a cominciare da un ridicolo Fassino che a "Porta a porta" si sperticava a gridare che anche lui, come Obama, non era poi così gay-friendly - vengono sbugiardati dalla realtà dei fatti e ricoperti dalle macerie della loro disonestà intellettuale.Se, inoltre, avessimo politici seri - ma ci toccano Veltroni e D'Alema, quello che disse che i gay simulano i matrimoni etero che invece sono cosa per etero e per di più cattolici - si potrebbe ridiscutere su tre leggi da fare immediatamente, almeno a livello locale: provvedimenti contro l'omofobia e le violenze sulle persone transessuali, estensione degli stessi diritti delle coppie sposate alle coppie gay e lesbiche, programmi di prevenzione per l'AIDS.Ma il condizionale è d'obbligo e ancor di più il congiuntivo: se avessimo politici seri. Invece ci toccano il pd prono al Vaticano e il resto della sinistra che si scinde e guarda a Cuba.

Nessun commento:

Il Milk Center è la sede di Arcigay Pianeta Urano, Arcilesbica Juliette & Juliette (VR) e GASP più altri gruppi ed associazioni, si trova in Via Nichesola, 9 (VR) - è aperta a seconda del calendario delle attività. Contatto : 349.3134852 info@arcigayverona.org OPP. verona@arcilesbica.itper avere informazioni iscriviti alla NEWS LETTER ed ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST